fbpx

 

 

Il mese di maggio tradizionalmente viene associato alla Madonna e in questo periodo le si rende omaggio con preghiere speciali e pellegrinaggi. Siamo nel pieno della primavera, con le belle giornate, l’aria tiepida, il cinguettio degli uccelli e il profumo delle rose viene voglia di fare gite fuoriporta. Perché allora non dedicare questo mese alla visita dei santuari mariani? Sono dei luoghi intrisi di fede e armonia, mete ideali per tutta la famiglia, per trascorrere ore felici con i propri cari, immersi nella natura e nella spiritualità.

La Calabria ne ospita diversi, conosciamo insieme i più rappresentativi.

  1. La Chiesetta della Madonna di Piedigrotta

A Pizzo Calabro, in provincia di Vibo Valentia c’è un luogo suggestivo e particolare, unico nel suo genere: una chiesetta scavata nelle grotte di tufo, con particolari statue scolpite nelle stalattiti e stalagmiti che la impreziosiscono. La leggenda narra che un veliero napoletano finì contro gli scogli durante una tempesta, esso trasportava anche un dipinto raffigurante la Vergine Maria, al quale il comandante dell’imbarcazione si rivolse per ottenere protezione. Terminata la terribile bufera, i marinai si ritrovarono sulla spiaggia in compagnia del dipinto rimasto intatto. Decisero così di fondare un santuario dove poter custodire il quadro della Madonna. Da allora questa chiesetta scavata nella grotta è un luogo di culto imperdibile, conosciuto in tutto il mondo.

 

  1. Maria Santissima Incoronata del Pettoruto

A San Sosti, in provincia di Cosenza, immerso nel verde, alle pendici del Monte Montea, c’è il Santuario – Basilica della Madonna del Pettoruto. Si narra che un uomo ingiustamente accusato di omicidio, si rifugiò in questo luogo dove ebbe una visione mistica. Nel periodo di solitudine e isolamento all’interno della grotta, scolpì l’effige della Madonna col Bambino che fu moltissimi anni dopo ritrovata da un pastorello sordomuto, che riacquistò la parola e fece realizzare il santuario. Nel 1979 questo splendido santuario fu elevato a Basilica Minore dal Papa Giovanni Paolo II.

Foto da tourvagando.blogspot.com

 

  1. Santuario di Paravati

A Paravati di Mileto, in provincia di Vibo Valentia sorge il Santuario realizzato per volere della mistica Natuzza Evolo. Un luogo di fede suggestivo ed emozionante che attrae ogni anno migliaia di visitatori provenienti da ogni parte del mondo.

 

  1. Santuario della Madonna delle Armi

A Cerchiara di Calabria, alle pendici del Monte Sellaro si trova lo splendido complesso medievale dedicato alla Madonna delle Armi. Esso risale all’epoca bizantina, infatti sorge su un antichissimo edificio monastico di quel periodo. Custodisce al suo interno, sulla volta, un’opera unica: un affresco del 1715 che raffigura il Giudizio Universale, realizzato dall’artista Joseph De Rosa.

 

  1. Santa Maria dell’Isola

A Tropea, la perla della Costa degli Dei, su un isolotto antistante il borgo, sorge il Santuario di Santa Maria dell’Isola. La sua posizione suggestiva lo rende un luogo magico, divenuto ormai simbolo della Calabria nel mondo. Per raggiungere la chiesetta è necessario percorrere la lunga scalinata scavata nella roccia. La leggenda narra che la statua della Vergine arrivò dall’Oriente e che tutti scesero in spiaggia per onorarla. Il sindaco e il vescovo decisero di mettere la statua in una nicchia, ma era troppo grande, così chiamarono un falegname per accorciarne l’altezza. Nel momento in cui l’artigiano iniziò a poggiare la sega sulla struttura in legno, gli si paralizzarono le braccia, mentre sindaco e vescovo morirono improvvisamente.  Nei giorni a seguire però, iniziarono ad accadere miracoli, ad opera della Madonna e iniziarono i pellegrinaggi nel luogo in cui l’icona venne poggiata.

 

  1. Santa Maria del Castello

A Castrovillari sorge il Santuario della Madonna del Castello, la cui origine è molto particolare. La leggenda narra infatti che Ruggero il Guiscardo aveva deciso di costruire una fortificazione proprio nell’area in cui si trova oggi il santuario. Il lavoro fatto dagli operai di giorno, la notte veniva misteriosamente disfatto. Un giorno mentre si eseguivano i lavori, venne trovata un’icona della Madonna con il Bambino, fu così allora che il conte decise di far costruire una chiesa al posto del maniero ed è per questo motivo che esso è denominato Madonna del Castello.

Foto da autostradadelmediterraneo.it
  1. La Madonna della Fontana

A Spilinga, nell’entroterra vibonese, nei pressi del Monte Poro si venera la Madonna della Fontana o delle Fonti. Anche in questo caso c’è una leggenda legata alla fondazione del Santuario. Si racconta che la Vergine Maria apparve ad una contadina, chiedendole di andare alla ricerca della sua statua. L’anziana donna non le diede ascolto alle parole della Madonna ma ella le apparve di nuovo in sogno, chiedendo di cercare l’effige e far erigere un santuario in quel luogo. Mentre la donna si recava alla fontana, vide sia la statua, sia la grotta. L’effige fu portata nella chiesa del paese, ma misteriosamente il giorno dopo fu ritrovata vicino al corso d’acqua. Fu così che venne eretto il Santuario, oggi meta di pellegrinaggio da parte di numerosi fedeli.

Foto da poro.it

8. La Madonna della Montagna

A San Luca nel Reggino, nell’incantevole scenario dell’Aspromonte c’è il Santuario della Madonna di Polsi, uno dei luoghi di culto più conosciuti e suggestivi. La leggenda narra che un pastorello andava alla ricerca di un toro che aveva perduto nelle valli, quando lo ritrovò esso stava scavando nel terreno, rinvenendo una croce di ferro. Fu in quel momento che apparve la Vergine Maria col Bambino che chiese di edificare proprio in quel luogo una chiesa.

Foto da fuoriporta.org

Dunque, contattatemi e scoprirete tanto altro..

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *