Cattura

 

Cerchiara di Calabria, un meraviglioso paese situato a 650 metri d’altezza sul livello del mare che domina dall’alto la piana di SIbari. Il centro storico è sospeso su uno sperone di roccia del Monte Sèllaro e per la sua forma circolare nel periodo medievale veniva chiamato Circlarium.

Il sito ha origini antichissime, probabilmente risalenti all’epoca dell’antica Sibari, ma i primi documenti attestanti l’esistenza del paese risalgono al periodo Bizantino; infatti Cerchiara, come Rossano, fu un importante centro monastico e un naturale rifugio per quei monaci scappati dall’Oriente, e lo testimoniano i resti del monastero di Sant’Andrea. Vicino a questo, fu costruito nel XV sec.santuario-della-madonna-delle-armi il meraviglioso Santuario della Madonna delle Armi, che sarà la prima tappa di questo tour. Il complesso architettonico è incastonato nella roccia ed al suo interno ingloba la grotta che custodisce la miracolosa immagine della Madonna che viene celebrata il 25 Aprile di ogni anno. La storia del santuario è legata ad una leggenda che vide protagonisti dei cacciatori provenienti da Rossano. L’interno della Chiesa è ricco di testimonianze artistiche che percorrono 5 secoli di storia ed è stato impreziosito da decorazioni commissionate a vari artisti dalla famiglia Pignatelli che dal 1500 rimase in possesso del paese.

Alla fine della visita, ritorneremo nel borgo per ammirare le altre bellezze storico-museo-del-paneartistiche di cui il luogo è ricco, come la chiesa di S. Giacomo che ha origine bizantine, ma fu rifatta in stile barocco nel XVIII secolo e la chiesa d’impianto rinascimentale dedicata a S. Pietro apostolo. Non molto distante vi è la via del Pane e un ex mulino, all’interno del quale è stato allestito il Museo del Pane, perché Cerchiara è stata nominata “Città del Pane” e ha avuto vari riconoscimenti.

Dopo la visita del centro storico ci fermeremo per la pausa pranzo in un ristorantino per degustare la cucina tipica del luogo. Subito dopo, ripartiremo per visitare la Grotta delle Ninfe. Cerchiara è ricca di grotte che costituivano un rifugio naturale per monaci e grotta-delle-ninfebriganti; sicuramente la più famosa è quella sopracitata, le cui acque miracolose erano già note ai Sibariti nel VII sec. a.C. Secondo l’antica leggenda, la Grotta delle Ninfe Lusiadi era l’antro nascosto che custodiva il talamo della mitica Calipso. Le sue acque sulfuree calde a 30° formano fanghi naturali dalle proprietà terapeutiche e costituiscono un’attrazione turistica per molti visitatori.

Il gruppo nel primo pomeriggio si sposterà a Sibari, nota per i suoi Laghi e per la presenza del Museo che si trova tra il parco archeologico dell’antica Sybaris, e la cittadina attuale di Sibari (frazione di Cassano allo Ionio, CS). Il museo al suo interno ospita  reperti che risalgono all’era protostorica della Magna Grecia fino ad arrivare alla Sibari 2civiltà romana, in particolare relative alle città di Sybaris, Thurii e Copia. Uno dei reperti di maggiore interesse è rappresentato da una statuetta in bronzo dalle fattezze di un toro cozzante, cioè col capo reclino verso il basso.

La statuetta è ritenuta, insieme ai Bronzi di Riace, una delle scoperte più importanti per la bronzistica magno greca.

Alla fine della visita, il gruppo rientrerà in Hotel.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *